Stevens Vaugh at DIF - Museum of diffusion, Formello, Italy

Stevens Vaugh at the DIF - Diffused museum in Formello, Italy. By diffused museum, DIF stands for coverage of the diversity as well as the multitude of Artistic expressions available locally reflecting global. Like the bee, the museum moves "from flower to flower", bringing art into homes, businesses, schools, public and private spheres in Formello. Wherever you are willing to welcome it, and share it. The works will become part of the heritage of the Municipality of Formello. The DIF is an entity that by participatory and community principles engage the viewers by establishing shared ownership and societal responsibility. The concept ignites discussion on how community based Art practises constitutes in communicating diversity and inclusion. DIF cultural production stimulates new forms of social relationship based on mutual trust and collective contributions to the construction of a cohesive and diverse community. Each work will be "adopted" by the owner of the space, where it is exhibited, and will be made available according to the methods indicated in the adoption agreement (in the spaces open to the public in compliance with the timetables and limits set, in homes every first Sunday of the month ). On the Museum web page it will be possible to consult and download the updated map of the DIF. The DIF proposes a new model for sharing public goods and a collective take-over of them. A sustainable museum regardless of the current economic contingency. DIF museums do not need a security guard and a cleaning company.

Stevens Vaugh al DIF - Museo diffuso della città di Formello

 

Cos'è il DIF? DIF è l'acronimo del Museo diffuso della città di Formello. Come l'ape, questo dispositivo museale muove "di fiore in fiore", portando l'arte nelle case, negli esercizi commerciali, nelle scuole, per le strade. Ovunque si sia disposti ad accoglierla. E a condividerla. La collezione del DIF si costituirà a partire dalle donazioni degli artisti. Le opere entreranno a far parte del patrimonio del Comune di Formello. Ciascuna opera sarà "adottata" dal titolare dello spazio dove verrà esposta e custodita e si renderà fruibile secondo le modalità indicate dall'accordo di adozione (negli spazi aperti al pubblico nel rispetto degli orari e dei limiti previsti, nelle abitazioni ogni prima domenica del mese). Sulla pagina web del Museo sarà possibile consultare e scaricare la mappa aggiornata del DIF. Il DIF è un dispositivo partecipato basato sui valori del dono e dell'ospitalità. Per il tramite dell'arte e della bellezza per tutti intende stimolare nuove forme di relazione sociale basate sulla fiducia reciproca e capaci di contribuire alla costruzione di una comunità coesa ma sempre aperta all'incontro. Il DIF propone un nuovo modello di condivisione dei beni pubblici e una presa in carico collettiva degli stessi. Un Museo sostenibile a prescindere dalla contingenza economica in atto perché fatto INSIEME. Il DIF è un Museo che non ha bisogno della guardiania e della ditta di pulizie.

 

Stevens Vaughn  © 2018 Hafnia Foundation. All Rights Reserved.